[webaccessibile] scopro solo oggi che esiste il terzo livello di accessibilità nella 4/2004

Roberto Scano - IWA/HWG rscano a iwa.it
Ven 3 Apr 2009 21:44:57 CEST


Eh si... almeno così secondo le nuove linee guida del CNIPA in materia di
siti Web e di soluzioni "2.0":

http://tinyurl.com/cnipa20

Linee Guida di progettazione e sviluppo per i siti delle pubbliche
amministrazioni (PDF inaccessibile, da cui è impossibile copiare testi se
non ottenendo dei risultati similari all'aramaico antico), 

---
Pag. 11
4.1 Accessibilità
L'accessibilità è stata oggetto di regolamentazione legislativa la prima
volta nel 2004 con la legge del 9 gennaio 2004, cosiddetta Legge Stanca, che
obbligava tutte le pubbliche amministrazioni ad adottare alcune regole
formali per la progettazione dei siti Web.
Alla legge sono seguiti un regolamento attuativo e due decreti ministeriali,
rispettivamente a marzo e luglio del 2005.
---
Peccato che la legge 4/2004 invece impone degli obblighi contrattuali per la
fornitura, non per la progettazione. E peccato anche che il regolamento
attuativo è del marzo 2005 mentre il decreto è del luglio 2005 (quindi nel
2005 non c'erano 2 decreti ministeriali ma un dpr per il regolamento
attuativo e un decreto ministeriale).

---
Pag. 20:
5.1 Accessibilità e usabilità in Italia
[...] Le Web Content Accessibility Guidelines (WCAG) sono state pubblicate
in una versione "1.0" nel 1999 e quindi completamente riviste nell'ottobre
del 2007 con la pubblicazione delle WCAG 2.0, da allora costantemente
aggiornate, fino alla versione presentata nel dicembre 2008.

Peccato, anche qui, che la versione di riferimento è quella dell'11 dicembre
2008 mentre la versione che hanno citato del 2007 non era altro che un
draft, quindi non un documento pubblicato e riferibile.

E sempre nello stesso paragrafo:

"In Italia il 2004 è stato l'anno dell'introduzione del tema
dell'accessibilità nella pubblica amministrazione."

Peccato che il tema esisteva già dal 2001 con la circolare AIPA... poi con
la seconda circolare AIPA, poi con la direttiva per il dominio .gov...





---
pag. 37:
6.3.3.8. Analisi di accessibilità soggettiva
E' la valutazione di terzo livello dell'accessibilità di un sito web,
secondo la classificazione della Legge Stanca: "verifica soggettiva:
valutazione del livello di qualità dei servizi, già giudicati accessibili
tramite la verifica tecnica, effettuata con l'intervento del destinatario,
anche disabile, sulla base di considerazioni empiriche." (Decreto
Ministeriale 8 luglio 2005, art. 1, comma 1, lettera qq)

Peccato che non è vero, in quanto la verifica soggettiva è il secondo
livello di accessibilità, sempre ai sensi del decreto che hanno citato (art.
2 comma 4):

4. Il secondo livello di accessibilità riguarda la qualità delle
informazioni fornite e dei servizi erogati dal sito Web e si articola in
primo, secondo e terzo livello di qualità; tali livelli di qualità sono
accertati con la verifica soggettiva attraverso i criteri di valutazione di
cui all’allegato B, applicando la metodologia ivi indicata.
---






---
Roberto Scano (rscano a iwa.it)
IWA/HWG International Project Manager and EMEA Coordinator 
International Webmasters Association / HTML Writers Guild 
W3C Advisory Commitee Representative for IWA/HWG W3C 
WCAG Working Group Member - W3C ATAG Working Group Member 
Expert of ISO/TC 159/SC 4/WG 5 'Software ergonomics and human-computer
dialogues'
http://www.iwanet.org - http://www.hwg.org
E-Mail: emea a iwanet.org - w3c-rep a iwanet.org
Personal web site: http://www.robertoscano.info





Maggiori informazioni sulla lista webaccessibile