[webaccessibile] Legge Stanca e 22 requisiti: la guida di Scano

Simone Onofri simone.onofri a gmail.com
Mer 17 Ott 2007 00:42:40 CEST


On 10/17/07, Andrea Fercia <a.fercia a gmail.com> wrote:
>
>
> On 10/16/07, Simone Onofri <simone.onofri a gmail.com> wrote:
> > > Il punto però è quanti di quegli editor non usano un iframe?
> >
> > Solo xstandard per quanto ne so, ma ci sono modi, se lo vuoi fare,
> > vedi
>
> Appunto quello che dicevo prima: se un CMS deve rispettare i 22 requisiti,
> avremmo il caso di una legge che di fatto costringe tutte le amministrazioni
> pubbliche (anche il più piccolo e sperduto Comune) a comprare una licenza
> nel caso vogliano un editor visuale.
> Direi che questo va decisamente contro lo "spirito" della legge, o no?

Chi ti vieta di svilupparne uno? Non si è pagati per scrivere codice?

> > Permettimi, suppongo che tu abbia
> > sviluppato un CMS destinato alla PA. Lo hai fatto da solo o sei
> > partito da un prodotto open source?
>
> Magari :) Scusami però non sono qui per fare pubblicità per cui ti dico solo
> che lavoro in un'azienda che ha a che fare con un CMS.
>
> > Se lo hai fatto da solo, magari avendo visto altri CMS però non
> > conformi, puoi applicare lo stesso ragionamento all'editor
>
> a quanto ne so, non è possibile realizzare un editor javascript senza che
> utilizzi un iframe. E' per questo che Xstandard utilizza activex.
> In tutti i casi Xstandard sarà pure conforme, ma non è perfetto; sarei
> curioso di sapere se riesce a gestire cose come ad esempio questa:
> <del datetime="2001-11-05T08:15:30-05:00"
> cite="http://www.example.org/doc.htm" ...
> altri editor javascript lo fanno.

Se hai domande su Xstandard credo che il posto più consono sia il loro
sito e contattare gli sviluppatori che a quanto ne so son molto
disponibili e aperti a consigli. Dire che sia il migliore non vuol
dire che sia perfetto. In ogni caso nessuno ti obbliga a comprare
nulla. Ma è così difficile sviluppare un editor? Ho visto applicazioni
molto più complesse progettate, pensate e sviluppate da menti umane.

> Il problema comunque non sono tanto i CMS: fondamentalmente si basano su
> form e quindi basta... realizzarli correttamente. Il problema è che i
> clienti vogliono gli editor visuali.

Il problema dunque non sembra esser la Legge ma il Cliente, potrebbe
essere un ulteriore approccio per la risoluzione della questione.

Ciao,

Simone


Maggiori informazioni sulla lista webaccessibile