[webaccessibile] Legge Stanca e 22 requisiti: la guida di Scano

Lorenzo Ferrara ml a lorenzoferrara.net
Lun 15 Ott 2007 18:53:56 CEST


Riguardo al backend accessibile ho trovato qualche risposta di Roberto
Scano a domande simili:

** Inizio copia ed incolla **

Domanda di Alessandro Ronchi:
Da quanto ho capito secondo la legge anche il backend deve essere
accessibile, quindi anche l'editor visuale.

Risposta di Roberto Scano:
Appunto, quindi tutti quei cms che utilizzano plug-in che inseriscono
iframe non sono conformi.

Domanda di Andrea Martines:
La verifica che il backend del CMS sia a norma non è inclusa nelle
Metodologie di Verifica Tecnica. Dove è disciplinata? Come fa il CNIPA a
verificarla, ha potere d'ispezione "a sorpresa" presso la postazione dei
redattori? Oppure ha potere ispettivo solo in presenza di segnalazioni
di non conformità da qualcuno degli stessi redattori?

Risposta di Roberto Scano:
La metodologia non è inclusa in quanto sono di fatto delle pagine web in
area protetta. Visto che il CNIPA non ha potere di ispezioni a sorpresa
(sia nel riguardo dei privati che dei pubblici deve sempre avvisare).
Anche in questo caso il CNIPA ha funzione di vigilanza, mentre vi
possono essere due differenti casi:
a) ricorso al TAR da parte di un fornitore che ha perso la gara
b) ricorso al Tribunale Ordinario nel caso di violazione del dlgs 216/2003.
In entrambi questi casi il giudice incarica un CTU (Consulente Tecnico
D'Ufficio) alla verifica facendo un quesito del tipo "Dica il CTU,
esaminati gli atti della causa, effettuando la verifica dei contenuti
presenti ...
Se il servizio fornito dalla società X sia conforme ai requisiti della
legge 04/2004". Poi, come in ogni causa, al CTU le parti in causa
affiancano i CTP (Consulenti Tecnici di Parte) ma alla fine chi ha
l'ultima parola è sempre il CTU.

** Fine copia ed incolla **

Da quanto leggo, riesco a capire che anche il backend deve essere
accessibile, "in quanto sono di fatto delle pagine web", volendo citare
Roberto Scano. Mi chiedo, però, come facciano molti siti istituzionali
ad avere un backend come typo3.

Vorrei capire bene bene questo problema poiché mi trovo a dover
scegliere un CMS per gestire un sito web che vorrei rispettasse la legge
Stanca.

Se, come penso, la legge Stanca non tralascia il backend, vuol dire che
alcuni siti istituzionali hanno qualcosa che non rispetta la legge,
anche se si tratta di un'area non visibile al normale visitatore.

Ancora, se anche il backend deve essere accessibile secondo la legge
Stanca, mi piacerebbe sapere come è stato risolto questo problema dagli
sviluppatori che seguono questa mailing list.

Comunque rileggerò il capitolo quattro del libro, la prima volta che
l'ho letto mi è sembrato di capire che anche il backend deve essere
accessibile.

Grazie a tutti e scusate la lunghezza della e-mail.

Lorenzo Ferrara


Maggiori informazioni sulla lista webaccessibile