[webaccessibile] il primo requisito

Roberto Scano - IWA/HWG rscano a iwa-italy.org
Lun 25 Apr 2005 11:43:23 CEST


----- Original Message ----- 
From: "Maurizio Boscarol" <maurizio a usabile.it>
To: "La mailing list di webaccessibile.org" <webaccessibile a itlists.org>
Sent: Monday, April 25, 2005 11:32 AM
Subject: Re: [webaccessibile] il primo requisito


E' sbagliato: in questa legge bisognava distinguere fra errori che hanno
impatto per l'accessibilità e quelli che non ce l'hanno!

Roberto:
Questa legge si ispira alle WCAG 1.0 come indicato dall'Unione Europea. 
Se leggi bene il requisito, tra i riferimenti WCAG vi è il riferimento 
al punto di controllo 3.2:

<cite url="http://www.w3.org/TR/WCAG10-TECHS/#tech-identify-grammar">
3.2 Create documents that validate to published formal grammars. 
[Priority 2]
For example, include a document type declaration at the beginning of a 
document that refers to a published DTD (e.g., the strict HTML 4.0 DTD).

</cite>

che poi rimanda al punto 11.4 delle techniques:

<cite url="http://www.w3.org/TR/WCAG10-HTML-TECHS/#doctype">
Validating to a published formal grammar and declaring that validation 
at the beginning of a document lets the user know that the structure of 
the document is sound. It also lets the user agent know where to look 
for semantics if it needs to. The W3C Validation Service validates 
documents against a whole list of published grammars.

It is preferable to validate to W3C grammars. Refer to the Technologies 
Reviewed for Accessibility.

</cite>

E questo era il lontano 1999...


Maurizio Boscarol:
Dunque bisogna scegliere: o si impone un requisito errato e oneroso, o
si rinuncia alla validità a 0 errori (ma si impone la scelta il più
possibile conforme, ma non *obbligatoriamente* a 0 errori, della dtd
strict) in questa fase. Tertium non datur.

Roberto Scano:
Manca la terza scelta: rispettare le WCAG 2.0 che già da anni chiedono 
tale conformità. Come si diceva in altre sedi è certamente oneroso, per 
chi se ne è strafregato di sviluppare al fine di rispettare le WCAG.
Quindi non diamo colpa alla legge 04/2004 se gli attuali strumenti non 
generano codice conforme, in quanto non lo generano conforme nemmeno per 
HTML 4.01 transitional.

Roberto Scano
---
Requisito Zero:
"Usare il buon senso ove disponibile e supportato dallo sviluppatore"
Accessibilità in tre parole: "obbligo di legge" 




Maggiori informazioni sulla lista webaccessibile