[webaccessibile] Was - approvate!

Roberto Scano - IWA/HWG rscano a iwa-italy.org
Lun 25 Ott 2004 09:46:07 CEST


----- Original Message ----- 
From: "Davide Cognolato" <davide a davidecognolato.it>

Ciao Roberto,

ho dato una letta veloce alla traduzione del documento, però quello che
non condivido è che perchè uno possa essere definito Specialist, esperto
quindi, debba essere iscritto a IWA e aver praticato un corso di
formazione con un esame finale.

Roberto Scano:
La risposta è semplice: perché questi sono i requisiti che pone l'Unione 
Europea per la definizione di professionista. Un professionista, secondo 
quanto definito nel Consiglio Europeo di Lisbona del 2000.
Il Consiglio Europeo nel documento citato fornisce le seguenti 
definizioni fondamentali:

a) professione regolamentata: attività, o insieme di attività
professionali, l'accesso alle quali ed il cui esercizio, o una delle cui
modalità di esercizio, è subordinata direttamente o indirettamente,
attraverso norme legislative, regolamentari o amministrative, al
possesso di determinata qualifica professionale.

b) qualifiche professionali: le qualifiche attestate da un titolo di
formazione, un attestato di comptenza e/o un'esperienza professionale;

c) è assimilata a una professione regolamentata una professione
esercitata dai membri di un'associazione o di un organismo.

Inoltre per le certificazioni delle professionalità è necessario 
riferirsci a norme ISO per la
certificazione dei professionisti e questo significa tra i requisiti la 
partecipazione ad associazioni di categoria, il costante aggiornamento, 
bla bla bla (di fatto cose che già a livello internazionale applichiamo 
con le "vecchie" IWA CWP).

Ripeto, come è scritto pure nel documento, che le linee guida sono 
utilizzabili come base da chiunque ma se si desidera ottenere il titolo 
è necessario il rispetto dei requisiti.



Davide:
Questo lo posso capire per i giovani, mi includo anche io, ma per tutti
coloro che hanno contribuito al diffondersi del tema dell'accessilità in
Italia, e che ci lavorano tutti i giorni da anni non ti sembra un
controsenso?

Ci sono persone, anche in questa lista, che lavorano e studiano da anni
sull'accessibilità e ora richiedere loro di fare un corso quando sono
loro a farlo mi sembra un po' eccessivo.

Roberto Scano:
Non è scritto da nessuna parte che per fare l'esame è necessario 
frequentare i corsi. Come anche per le altre certificazioni è possibile 
sostenere l'esame direttamente, senza frequentare i corsi. Gli argomenti 
indicati servono proprio per definire i requisiti di base che deve avere 
un discente per potersi presentare ai futuri esami.
Attenzione che queste sono linee guida per la formazione e che tutta la 
struttura deve ancora essere avviata e presumibilmente prima della metà 
del 2005 non ci saranno testing center, almeno in Italia.


Davide:
Spero ovviamente di aver capito male il senso del documento e per questo
ti chiedo ragguagli in merito.

Roberto Scano:
Spero sia tutto chiarito :)





Maggiori informazioni sulla lista webaccessibile