[webaccessibile] Backoffice & WCAG

Roberto Scano - IWA/HWG rscano a iwa-italy.org
Ven 26 Mar 2004 20:09:19 CET


----- Original Message ----- 
From: "Cyberbuddha" <cyberbuddha a digiartstudio.com>
To: "'La mailing list di webaccessibile.org'"
<webaccessibile a itlists.org>
Sent: Friday, March 26, 2004 4:20 PM
Subject: R: [webaccessibile] Backoffice & WCAG


Uscendo per un attimo dal discorso ATAG o WCAG (o tutte e 2) da
applicare al
backoffice, per le quali alla fine si dovrà attendere un dettaglio di
legge
(per logica, sono anche io per le ATAG essendo il CMS una applicazione
vera
e propria semplicemente basata su web forms invece che win forms)...

Roberto:
Il progetto WAI punta all'accesso del web: se siamo nel web, sia nella
parte pubblica che privata, lo scopo finale deve essere il
raggiungimento dell'accessibilità che le ATAG richiedono per i sistemi
di pubblicazione e per il contenuto da questi generato e le WCAG
richiedono ai contenuti web.
Di moduli (form) non ne parla nelle ATAG
(http://www.robertoscano.info/files/atag10/atag10-chktable.html) ma
nelle WCAG
(http://www.robertoscano.info/files/wcag10/full-checklist.html) quindi
per ottenere l'accessibilità di una pagina è necessario applicare i
punti delle WCAG relativi ai moduli - se si utilizza l'interfaccia web
per la gestione dei contenuti.
Per quello nella domanda che ho fatto a Maurizio vedo la risposta: una
pagina web che contiene un plug-in e un sistema di pubblicazione è
soggetta sia ad ATAG che a WCAG.


Cyberbuddha:
Il discorso resta: si può definire accessibile un CMS che consente,
anche se
in maniera più scomoda e lavorando di textarea, la generazione di
pagine?
Ossia, rientra nella categoria un CMS (estremizzo appositamente) basato
su
winform .NET embedded nel browser e quindi utilizzabile con dei
prerequisiti
rigidi (framework + IE) ma che se visto senza .NET, senza IE, senza CSS
e
senza JS mostra una textarea per mettere il codice a manina ed il resto
gestito tramite elementi html non interattivi (semplici link ed elementi
di
form)?

Roberto:
Le ATAG chiedono accesso del sistema (interfaccia, ecc. ecc.) e dei
contenuti generati: se l'interfaccia di pubblicazione sviluppata in .NET
non rispetta le ATAG ma è accessible indipendentemente dal dispositivo
di input e tramite tecnologie assistive e  la pagina HTML è corretta
secondo le WCAG, consentendo di utilizzare una textarea per inserire
contenuti al posto dell'oggetto allora si può parlare di conformità con
le WCAG ma non con le ATAG.
Viceversa, se il plug-in è compatibile ATAG e il resto della pagina non
è conforme alle WCAG allora si può solo dichiarare la conformità ATAG e
non WCAG.



Maggiori informazioni sulla lista webaccessibile