[webaccessibile] sbagliarsi nel confondersi

Michele Diodati michele a diodati.org
Gio 25 Mar 2004 18:10:48 CET


***** *******:
Davo un'occhiata al portale del Comune di Genova e mi imbatto nella pagina delle "web Policy"
http://www.comune.genova.it/portal/template/viewTemplate?templateId=abcd1000_layout_bbpcmltgf1.psml

Michele:
Il codice di questa pagina potrebbe essere portato ad esempio di cosa
vuol dire fraintendere quasi totalmente l'utilità di usare i CSS al
posto di un HTML presentazionale.

E' vero, hanno fatto a meno delle tabelle a scopo di impaginazione...
Però hanno usato l'attributo 'style', per inserire stili in linea, qualcosa come 758 volte! Dovendo
usare i CSS in questo modo, non sarebbe stata di gran lunga più snella la pagina - mi domando - con due o tre tabelle
ben posizionate ed una manciata di width e align, di font face e font
size? E quella classe "contentStructure" che ricorre 342 volte?

Mi è capitato altre volte di imbattermi in pagine costruite in modo
analogo, anche se forse non così ridondanti. Per me sono chiari esempi di applicazione di un metodo che
non si è compreso nella sua essenza, ma che viene applicato - male! -
spinti soprattutto dal desiderio di essere "alla moda". Non finirò mai di
detestare abbastanza le mode... ;-)

Ciao,
Michele




Maggiori informazioni sulla lista webaccessibile