R: R: [webaccessibile] mister irriverent - il ritorno

Roberto Castaldo r.castaldo a iol.it
Mer 24 Mar 2004 10:55:31 CET


 
Michele:
L'unica cosa che volevo sostenere, a proposito di questo orami famoso
scritto di Landucci, è che l'attacco portatogli da Roberto Castaldo ("L'ho
appena finito di sfogliare... leggerlo forse è dir troppo...
Devo confessare che mi fa una certa pena, nel senso che
"maches'addaf'pe'campa'", povero "irriverente"!!!"), mi sembrava ingeneroso,
nel senso che - leggendo il testo - qualche qualità, almeno nello stile
espositivo, nel modo di portare avanti la propria idea, ce l'ha (opinione
personale, naturalmente).


Roberto:
Ed io che ho cercato di moderare i toni... Magari non ci sono riuscito, ma
ti assicuro che ho più volte rivisto, cancellando alcuni passi che forse
erano eccessivi, il testo "incriminato" ;-)

Ma stiamo parlando, oppure no, di un e-book in cui qualcuno da delle
arroganti lezioni al resto del Web? Mi pare di sì, e questo la dovrebbe già
dire assai lunga su quanto il "docente" di turno abbia da dire. 

Polvere, polvere, polvere! Secondo me è solo questo, null'altro: il
tentativo di un "povero" creativo di parare i colpi che tre quarti del web
italiano gli sta inviando via mail, niusgrups, forum, ecc... E come si
difende? Ma attaccando, è chiaro.

Michele, sulla beltà del sito, potremmo star qui a parlare per mesi senza
cavare un ragno dal buco, anche perché si parlerebbe di bello e quindi di
gusti personali; potremmo anche parlare a lungo della "beltà" dell'e-book e
di come il sedicente "irriverente" sia stato oggettivamente bravo a
confezionarlo... Però, arrivando a disquisire di "sostanza", Virgilio cade
irrimediabilmente, nonostante il restyling rappresentasse una buona
occasione per dare un segnale forte riguardo agli standard e
all'accessibilità. 

Ciò significa due cose, in buona sostanza, e so che la pensi come me:

1 - Continua a prevalere il modus operandi secondo cui l'utente è
controparte da "fregare" in qualche modo: non si spiegherebbe altrimenti la
creazione di un layout che a me sembra porre al centro della sua
attenzione... gli sponsor.

2 - C'è un'enormità di lavoro da fare, ad ogni livello, per "spingere" gli
standard del Web - non soltanto l'accessibilità - nell'ottica della
creazione di siti/portali/applicazioni di "qualità", in cui buoni contenuti
vengano inseriti in layout usabili ed accessibili... A dirla tante volte
potrebbe sembrare una banalità, ma i fatti mostrano che non lo è affatto.

Ciao, Roberto



Maggiori informazioni sulla lista webaccessibile