R: [webaccessibile] mister irriverent - il ritorno

Michele Diodati michele a diodati.org
Mar 23 Mar 2004 19:27:57 CET


Roberto C.:
E poi mica sono tanto convinto che le idee e la loro bontà si misurino dal
rifiuto dei professionisti del settore,

Maurizio:
Assolutamente d'accordo con Roberto. Mi sembra uno di quei classici luoghi
comuni che hanno successo perché consolatori benché falsi. Un po' come dire
"la verità sta sempre nel mezzo". E' falso, ma compromissorio, dunque viene
mediamente accettato: non offende nessuno, è un'idea in cui nessuno perde e
tutti possono pensare di essere i veri vincitori della disputa.
Purtroppo sono entrambi luoghi comuni falsi: molti nemici non fanno
automaticamente molto onore, e la verità sta dove sta. Un po' di qua, un po'
di là, un po' in mezzo. Non deve essere eletta, lei, dunque può permettersi
qualunque trasformismo: non importa a nessuno. ;-)

Michele:
Preciso in primo luogo che non sto cercando di difendere la nuova
grafica di Virgilio. Come ho già detto, non mi piace e, tra l'altro,
continuo a non trovare facilmente il link alle mappe :-)

La mia difesa era rivolta all'opuscolo. Avevo scritto: "...Si possono non condividere alcune delle opinioni espresse, ma mi
sembra che l'ironica descrizione di come la novità di un'idea si
misuri dall'asprezza del rifiuto che suscita tra i "professionisti"
del settore, sia pressoché esemplare."

Sarà un luogo comune, ma - senza scomodare Galileo, che' sarebbe
troppo in questa circostanza - gli esempi nella storia di nuove idee
osteggiate ferocemente da chi deteneva il sapere, semplicemente si
sprecano. Credo che siano ben più numerose delle nuove idee accettate
collettivamente d'incanto (ed è anche normale che sia così, perché
l'abitudine a ritenere inconsciamente migliore il pensiero dominante, in qualsiasi ambito, non si
può scalzare con uno schiocco di dita, né con un uovo né tantomeno con
una frittata).

Da questo solo punto di vista - ed indipendentemente da se l'uovo sia
fresco di giornata o stantio - ho trovato ben scritto l'opuscolo di
Nicola Landucci. Forse leggerlo prima di demonizzarne i contenuti non
sarebbe una cattiva idea... ;-)

Ciao,
Michele




Maggiori informazioni sulla lista webaccessibile