[webaccessibile] R: Character Encoding

Gianluca Troiani g.troiani a constile.org
Dom 21 Mar 2004 14:43:19 CET


Gianluca Troiani:
Piccola precisazione: l'eccellente HTML-Kit è freeware ma non open-source.
Inoltre trovo che TopStyle, nella versione lite, sia troppo limitato, molto
meglio spendere meno di 70 euro ed acquistarlo in versione Pro.

Roberto Ellero:
Grazie, hai ragione.
Sul merito della questione, ovvero il risparmio sui costi di gestione e la
qualità delle scelte, nell'ambito della PA, siamo d'accordo?

Gianluca Troiani:
Siamo d'accordo, ma in un ambito ben più ampio delle sole PA (privati,
aziende, associazioni).
Ma esiste poi questa libertà? HTML-Kit e OpenOffice.org (di cui sono molto
soddisfatto) li nominiamo noi, ma in quanti sanno che esiste altro oltre a
Frontpage (e DW) e MS Office? Un prodotto non pubblicizzato è semplicemente
un prodotto inesistente.

Roberto Ellero:
Se i bravi affermano che (Vincenzo Mania
http://itlists.org/pipermail/webaccessibile/2004-March/003091.html)
"il nostro problema non è generare codice accessibile o standard, questo
dreamweaver 4 o MX lo fanno e lo fanno abbastanza bene, ma prova ad aprire
in modalità wyswig la homepage
del Comune di Torino, o la pagina di secondo livello con questo programma e
poi dimmi come una persona che non sa agire sul codice possa riuscire ad
editarla",
e si trovano in difficoltà ad accettare di abbandonare
la modalità visuale, figuriamoci cosa significa per quelli non bravi
adeguarsi ad un altro sistema operativo.

Gianluca T.:
Roberto, hai frainteso. Il problema messo in luce da Vincezo Mania non è la
gestione del codice da parte dei web master del sito del Comune di Torino,
bensì l'inserimento di dati da parte di una redazione che non sa nulla di
codice e che senza WYSIWSG (non gestibile da DW essendo il sito impaginato
coi soli CSS) non sa muoversi.

Roberto Ellero:
A mio parere è un problema concreto.
Da qui, anche, la necessità per la PA di dotarsi di CMS a prova di
referente non professionista.
Alla fine penso che sia questo il principale problema da affrontare per
l'accessibilità dei siti della PA.

Gianluca T.:
Il problema della gestione e conseguentemente dei CMS è senza dubbio
centrale. Ma dove sono questi CMS? Ancora non ne vedo molti e i plug-in per
realizzare del codice valido non risolvono il problema poiché si occupano
solo di ciò che finisce nel DB ma la struttura della pagina generata dal
CMS potrebbe essere comunque inadatta all'accessibilità prima ancora che
agli standard. 
Prendi ad esempio PHPNUKE. Puoi anche gestirlo con XStandard, ma correggere
il codice per avere un sito rispettoso degli standard è un inferno.

Saluti

--
Gianluca Troiani

www: http://www.constile.org/
email: g.troiani a constile.org
blog: http://geco.constile.org/
studio: http://studio.constile.org/ [in lavorazione]


Maggiori informazioni sulla lista webaccessibile