[webaccessibile] Gli standard web sono inutili (dasoli)

Vincenzo Mania vincenzo.mania a tin.it
Mer 17 Mar 2004 20:36:21 CET


>Prendiamo il sito web del Comune di Torino [1]. Io ho fornito alcuni
>template e questi sono stati implementati ed incorporati nel CMS da diversi
>mesi. Non so quale CMS adottino, non me ne hanno mai parlato nÚ me ne sono
>mai interesato. Mi sono stati richiesti template XHTML+CSS con pagine
>strutturate il meglio possibile per browser vocali, lynx eccetera e questo
>ho fornito. A distanza di mesi, le pagine prodotte (ho verificato solo
>l'home e poche altre pagine, ma Ŕ il principio che conta) sono ancora
>valide. Non so come questo risultato sia raggiunto, nÚ Ŕ mio compito
>occuparmene.
>
>  
>
Caro Gianluca
ti ringrazio pubblicamente per tutte le vote che citi il nostro sito, la 
questione pero' Ŕ piu' complessa di quanto si possa immaginare, dopo 
l'audacia del Comune di Torino a passare ad XHTML e CSS2 e dopo 
l'entusiasmo iniziale, siamo sempre convinti che la scelta sia stata 
giusta ma ci stiamo scontrando con una serie di problemi non di poco conto.
Finora, il prcesso di riconversione del sito ha interessato e sta 
interessando tutte le parti gestite dalla redazione centrale (composta 
da persone che hanno un skill specifico in ambito web), non usiamo 
nessun CMS e facciamo tutto a manina (sembra incredibile in un sito di 
cosi' ampie dimensioni, ma la realtÓ Ŕ questa) e se hai trovato a 
distanza di tempo le pagine ancora a posto e perche' sono state curate 
da queste persone. Il fatto Ŕ che una struttura cosi' ampia come il 
Comune di  Torino ha una serie di redazioni distribuite che sono 
composte da personale amministrativo (sottolineo amminstrativo) che 
giornalamente curano l'aggiornamento delle pagine, la politica Ŕ sempre 
stata quella di poter dare la possibilitÓ ai singoli Settori Comunali di 
pubblicare direttamente le informazioni di loro competenza, con grande 
risparmio sui costi di gestione e con un buon successo in termini di 
utenza. Fino a poco tempo fa una serie di template, un programma  come 
dreamweaver (abbastanza facile da usare) qualche giorno di formazione su 
questo editor, e un buon supporto da parete della redazione centrale 
bastavano a rendere i singoli Settori  autosufficienti nella 
pubblicazione delle sezioni di loro competenza,
L'adozione di XHTML e CSS2 e l'assenza sul mercato di un prodotto wyswig 
che supporti appieno gli standard ci pone di fronte ad una serie di 
problemi, che francamente ancora non abbiamo risolto, tant'Ŕ che ci sono 
sezioni del sito che gli standard non sanno nemmeno cosa siano (e non ci 
vergogniamo di cio' troveremo la soluzione anche per queste sezioni). Ma 
non mi pare che ad oggi sia sul fornte degli editor wyswig che sul 
fronte dei CMS di una certa importanza (a parte quelli per gestire 
Blog)  ci sia sul mercato qualcosa che supporti appieno gli standard (mi 
piacerebbe molto essere smentito), tanti lo dichiarano ma all'atto 
pratico non sempre Ŕ cosi'.
E' un piccolo esempio di come nonostante la ferma volontÓ di cambiare, 
le problematiche sono tante e varie e spesso non di facile soluzione.
 Facccio un'altro esempio banale: come faccio a rendere i nostri forum 
accessibili? Mi pare che piu' volte su questa lista se n'Ŕ parlato ma 
nessuna soluzione ne Ŕ mai venuta fuori, a parte i Forum di Diodati.org 
che pero' sono un tutt'uno con il suo sito e non possono essere 
considerati un prodotto a se' stante.
Per non parlare poi di tutte le applicazioni via web (anzi  gia' tanto Ŕ 
stato detto) .
Insomma, pur essendo un sostenitore di accessibilita', usabilita' e 
standard non posso che concordare con chi ha sostenuto nel dibattito che 
le realtÓ sono molto piu' complesse e articolate, una cosa Ŕ gestire un 
sito di 20 pagine o un blog  e cosa diversa Ŕ dover gestire un sito come 
un portale che contiene anche dei servizi e che ha una struttura e un 
processo di lavoro complesso, se poi il portale Ŕ di una PA potete capir 
bene anche quali altri elementi entrano in gioco, primo fra tutti la 
scarsitÓ di risorse finanziarie.
Saluti a tutti

   Vincenzo Mania
  _______________________________________________

   Redazione Web Citta' di Torino

    - Indirizzo: Via Corte d'Appello 7bis/16 - 10122 TORINO
    - Telefono: +39 011 4423921
    - Fax: +39 011 4422934
    - Cellulare: +39 335 1216616
    - E-mail:   <mailto: vincenzo.mania a csi.it>
    - http://www.comune.torino.it
  _______________________________________________

"...in tutto il mondo mi sento di casa, 
ovunque ci siano nuvole, uccelli e lacrime umane..."
  R. L.





Maggiori informazioni sulla lista webaccessibile