[webaccessibile] Gli standard web sono inutili(dasoli)...Allora anche le leggi lo sono

Roberto Scano - IWA/HWG rscano a iwa-italy.org
Mer 17 Mar 2004 11:10:25 CET


----- Original Message ----- 
From: "Michele Costabile" <Michele.Costabile a zucchetti.it>
To: <webaccessibile a itlists.org>
Sent: Wednesday, March 17, 2004 11:05 AM
Subject: R: Re: [webaccessibile] Gli standard web sono
inutili(dasoli)...Allora anche le leggi lo sono



Michele:
Io invece penso proprio che le regole per la creazione di siti
accessibili devono essere applicabili al sito statico, ma anche ai
portali, siti di commercio, ai CMS o alle applicazioni Web, tutte cose
di cui chi scrive in questa lista ha esperienza diretta, mi sembra. Se
le regole del W3C non sono realmente applicabili per Amazon, iTunes,
eBay, Telecom Online, Yahoo Launch, Apple Store e tutto il resto non
sono buone regole e diventano rilevanti come le strettissime
prescrizioni dietetiche dell'Ayur Veda Tantrico (ammesso che esista).
Mi aspetto proprio che chi sta nel W3C operi esercitando consapevolmente
autorevolezza e responsabilità, come il ruolo richiede.

Roberto:
A titolo di esempio, le ATAG 2.0 su cui stiamo lavorando hanno
introdotto i problemi di accessiblità dei sistemi di sviluppo come i
CMS, che nella precedente versione non c'erano.
Nelle WCAG 2. su cui stiamo lavorando stanno predisponendo delle
tecniche di applicazione per raccomandazioni come XHTML (che prima non
c'erano), CSS 2.x - 3.x, VoiceXML (di cui proprio ieri è stata
rilasciata la versione 2.0), SMIL, ecc. ecc.
Come AC Representative di IWA nel W3C ogni giorno mi arrivano una
valangata di mail riguardo nuove raccomandazioni e proposte di
raccomandazioni... in questi ultimi anni la produttività di
raccomandazioni è cresciuta in modo esponenziale, grazie al lavoro dei
partecipanti ai working group.



Maggiori informazioni sulla lista webaccessibile