[webaccessibile] Gli standard web sono inutili (da soli)

Michele Diodati michele a diodati.org
Mar 16 Mar 2004 14:57:29 CET


Il 16/03/2004 alle 14.51 Roberto Scano ha scritto:

> I problemi che causano difficoltà nella creazione di contenuti standard
> sono dati da:
> 1) CMS non conformi alle ATAG, nemmeno per la parte di generazione
> codice (figuriamoci per l'interfaccia utente);
> 2) Editor non conformi alle ATAG, spesso conformi per l'accessibilità
> dell'interfaccia ma non per la generazione del codice;
> 3) utenti di tali sistemi che non conoscono le linee guida W3C.

Nel caso della RAI, sull'uso di Vignette è stato impiantato l'intero
portale, con grossi investimenti di danaro e di tempo. Casi simili
esistono, immagino, presso molte altre grandi aziende. Rinconvertire
l'esistente ad una forma standard e accessibile non è cosa da poco.
Spesso i dirigenti non ne vedono neppure l'utilità. Convincere in
tempi di crisi ad affrontare spese ingenti per avere pagine a 0 errori
con il W3C Validator non è cosa facile. Ancora più difficile è far
capire pienamente i vantaggi, in termini di accessibilità, di un
impianto grafico conforme alle richieste delle WCAG, quando questi
vantaggi si scontrano con gusti legati ad un design di tipo
tradizionale e con la necessità di dare visibilità ad una moltitudine di soggetti diversi
che fanno capo alla medesima realtà aziendale.

Ciao,
Michele




Maggiori informazioni sulla lista webaccessibile