R: [webaccessibile] Navigabile.it - Delirium tremens!!!

Roberto Castaldo r.castaldo a iol.it
Gio 3 Giu 2004 23:33:33 CEST


Salve avvocato Spallino

Avv. Spallino:
Sono sinceramente dispiaciuto se l'intervento pubblicato su
www.webimpossibile.net ha suggerito chiavi di lettura che non gli
appartenevano: il tono era - come giustamente sottolinea Diodati -
volutamente ironico. 

Roberto C:
Benissimo, ne prendo atto con sollievo.


Avv. Spallino:
...un conto è analizzare pacatamente, anche  in lista, un sito che dichiara
la tripla A e successivamente rimetterne gli esiti all'interessato sotto
forma di report, mentre un conto è indirizzare un messaggio come quello del
21.5.04 in cui si conlude invitando Accenture a qualcosa che a me ricorda
molto l'esortazione alla confessione del Malleus Maleficarum. 

Roberto C:
Ah... Allora, seppur con l'ironia che non son riuscito a cogliere, l'intento
era quello di censurare il contenuto della mia mail ad Accenture: questo
l'avevo inteso, altro che! Ed era proprio questo che avrei preferito non
intendere!


Avv. Spallino:
Non se la prenda Castaldo...: l'esibizione delle competenze possedute
contempla necessariamente il disconoscimento delle (in)competenze altrui. E
a questo il cliente - che ha investito in un progetto davvero ambizioso - è
estraneo ma non indifferente. Può darsi peraltro che sia io ad aver
travisato il tono della mail a Accenture: in questa caso me ne scuso.

Roberto C:
Mi pare che nessuno in lista abbia ritenuto opportuno "richiamarmi" sul
contenuto della mia mail ad Accenture, anche perché ha prodotto un
risultato, segno che persino i destinatari son riusciti a coglierne il vero
senso; che poi la cosa convenga a loro o convenga a me, queste sono
deduzioni del tutto Sue, e completamente prive di riscontro.


Avv. Spallino:
Quanto alla <<"mirabolante" intervista che spiegava ben benino come
"aggirare" la non ancora operativa legge Stanca>>, di cui non rammenta
l'origine, mi permetto da un lato di rinfrescarLe la memoria, anche se sono
convinto che Lei ricordi benissimo la collocazione su Bazzmann.com [
http://www.bazzmann.com/internal.php?codice=28 ]...


Roberto C:
Ora che me lo ha così carinamente ricordato, non posso fare a meno di
collocarla proprio lì dov'era; però avvocato... se ho scritto in una lista
pubblica come questa di non rammentare dove avevo letto quell'intervista, mi
conceda quanto meno il beneficio di essere smemorato :-)
Prima non riesco a cogliere la sottile - e mai sapienziale - ironia che
permeava il suo intervento, poi mi vien detto di essere in malafede per non
aver dato la giusta collocazione alla sua intervista... Finiamola qui, mi
pare sia il caso!


Avv. Spallino:
... e dall'altro di segnalarLe che è prassi normale quella di testare a
contrario le novelle legislative proprio per suggerire l'introduzione di
miglioramenti. 

Roberto C:
Ok. E' normale trovare l'inghippo non appena fatta una Legge.



Avv. Spallino 
E di migliorie nella delicata materia delle ^consulenze^ alle Pubbliche
Amministrazioni converrà che ce ne sia un gran bisogno se proprio in questa
lista più di uno ha riferito di aver realizzato siti di Amministrazioni
locali attraverso una semplice consulenza, senza neppure passare dalla
trattativa  privata [
http://itlists.org/pipermail/webaccessibile/2004-May/009440.html ].

Roberto C:
Ma di che stiamo parlando? Delle consulenze nelle PA, degli appalti e sub
sub subappalti, o della Legge Stanca? Forse ci si attendeva che una Legge
nata per aprire il mondo del Web italiano a tutti potesse risolvere i
problemi delle consulenze nelle PA? Le storture nella PA c'erano e restano,
così come molti punti del testo approvato sarebbero migliorabili, ma io
preferisco concentrarmi sulla metà del bicchiere che è stato - finalmente -
riempito, e su come sia possibile aggiungere qualche altra goccia, lasciando
ad altri lo sfizio, anzi la prassi di trovarne tutti i punti deboli.

Resta però in tutto questo un mistero, che Lei non ha avuto voglia di
chiarire: 

Perché, avendo da ridire su un mio post apparso in questa lista e sul
comportamento di Accenture, non ha pensato di contribuire qui in lista
all'analisi pacata (uso termini suoi) un sito che dichiara mendacemente la
tripla A e si è rifugiato nell'ironica invettiva nascosta sul suo sito? 

Perché un uomo di Legge come Lei ha ignorato l'evidente necessità di
coinvolgere - se non l'intera lista - almeno le parti in causa, laddove il
suo scopo era quello di punzecchiarle sagacemente, e magari richiamarle
all'ordine? Segreto istruttorio? ;-)

Se fra colleghi, amici o conoscenti capita qualcosa di spiacevole - o anche
di carino degno di essere raccontato e condiviso - io non vado
immediatamente a raccontarlo al mio salumiere (si chiamerebbe inciucio); ne
parlo con i colleghi per riderne insieme o per chiarire l'equivoco, non vado
a sfogarmi nello sgabuzzino in cui nessuna delle parti in causa può
sentirmi... Ma è solo un mio modo di fare, non certo un modello per tutti.

La saluto,

Roberto Castaldo




Maggiori informazioni sulla lista webaccessibile